La R.S.A.è... la prima attività in Sardegna accreditata e convenzionata con il S.S.N.
  Un servizio extraospedaliero che assicura la continuità assistenziale tra ospedale e servizi territoriali presenti e garantisce la necessaria integrazione sociosanitaria mediante un approccio globale ai bisogni della persona e una metodologia di intervento di tipo multidimensionale e multiprofessionale.
    E' un servizio residenziale studiato per il trattamento di eventi patologici post-acuti di varia origine e natura:   
  • neurologici;
  • traumatici;
  • cerebrali e vascolari;

richiedenti prestazioni integrate di tipo:   
  • medico;
  • infermieristico;
  • riabilitativo;
  • psico-sociale;
  • assistenziale tutelare;

    L'intervento, basato su progettazioni individuali e su obiettivi specifici di recupero e riattivazione funzionale mira al recupero del più alto grado di autonomia possibile anche mediante l'apprendimento di nuova capacità vicarianti le autonomie perse e l'utilizzo di protesi, ausili e ortesi di supporto in grado di favorire l'autonomia personale ed il reiserimento precoce della persona nel proprio ambiente familiare e sociale o in altra struttura della rete più consona ai bisogni della persona.
    Centralità della persona, umanizzazione del servizio, personalizzazione degli interventi e coinvolgimento del soggetto destinatario del servizio e della sua famiglia nella predisposizione del Piano Assistenziale Individuale (P.A.I.), costituiscono i presupposti essenziali per il conseguimento di un livello di qualità accettabile del servizio erogato.

Chi sono i destinatari
    Anziani e adulti che necessitano di interventi ad alta integrazione sanitaria, di prestazioni sanitarie a rilevanza sociale non erogabili a domicilio, richiedenti interventi sanitari, infermieristici e riabilitativi costanti di tipo estensivo per i quali non sia previsto o ritenuto necessario il ricovero in Unità Operativa Ospedaliera.
In particolare si rivolge a:
  • Persone con incidenti vascolari acuti;
  • Anziani con gravi fratture;
  • Vasculopatici in fase riabilitativa;
  • Anziani con malattie acute temporaneamente invalidanti;
  • Persone con gravi patologie respiratorie sottoposti a tracheostomia il cui trattamento a domicilio richiede un opportuno coinvolgimento della rete informale per una appropriata educazione socio-sanitaria;
  • Persone colpite da eventi patologici di diversa origine richiedenti particolari cure e trattamenti o che necessitano di una di una sorveglianza medico-infermieristica costante fino alla stabilizzazione degli esiti;
  • Inserimenti "di respiro" alla famiglia di persone con particolari problemi di natura socio-sanitaria già assistiti a domicilio;
  • Pazienti in dimissione protetta da strutture ospedaliere;
  • Pazienti affetti da malattie non assistibili a domicilio sottoposti a specifici trattamenti da ultimare in situazione di protezione sanitaria continuativa non compresi in questo elenco;

Come si attiva
    Attraverso una segnalazione scritta da inoltrare a:
  • Direzione della Fondazione I.R.A.S.;
  • Coordinatore Sanitario di nomina del Direttore Generale dell'Azienda U.S.L. n 5 di Oristano;

La segnalazione o richiesta di inserimento può essere effettuata da:
  • I familiari dell'interessato;
  • Il Medico di Medicina Generale che ha in cura la persona;
  • I Servizi Sociali dei Comuni;
  • Il Responsabile dell'Unità Operativa ospedaliera in cui la persona trovasi momentaneamente ricoverata;
  • Chiunque abbia riconosciuta facoltà giuridica a richiedere un intervento specifico;

    Alla richiesta di inserimento va allegata la documentazione sanitaria necessaria e sufficiente per una adeguata valutazione dello stato di bisogno socio-sanitario (referti medici, cartelle cliniche relative a ricoveri effettuati negli ultimi 12 mesi, certificato dal MMG).
Chi attiva l'inserimento
    Una équipe multidisciplinare (U.V.M.), facente capo all'Azienda U.S.L. n 5 di Oristano, valuta il caso e predispone un piano di intervento di massima ed i relativi obiettivi, intermedi o finali.
    La stessa équipe indicherà nel verbale di visita collegiale l'eventuale periodo di inserimento o la data relativa alla prima verifica.
    L'équipe è costituita da:
  • Il Responsabile Unità di Valutazione Multidimensionale (U.V.M.);
  • Un Fisiatra del Servizio di Riabilitazione;
  • Un Neurologo dello stesso servizio;
  • Il Direttore della R.S.A.;

    L'équipe sarà integrata, di volta in volta da:
  • Il MMG che ha in cura l'interessato;
  • L'Assistente Sociale del Comune di residenza dell'interessato;


A chi rivolgersi
   
Al medico curante;

Ai Servizi Sociali dei Comuni;

Al Punto Unico di Accesso (PUA)
Sede di Oristano: via Carducci n 35 - Tel. 0783 317062 / 317862
Sede di Ghilarza: via Matteotti n 29 - Tel. 0785 560307 / 560308
Sede di Ales : via IV Novembre n 30 - Tel. 0783 91111
L'orario di apertura al pubblico è dal lunedì al venerdì dalle ore 8:30 alle ore 13:00 e dalle ore 15:00 alle ore 18:00

Alla Segreteria della Fondazione
"Istituti Riuniti di Assistenza Sociale" - ONLUS
via Brotzu n 6 - Milis (OR)
Tel. 0783 51239 - Fax: 0783 51420

All' Associazione Malattia Alzheimer Sardegna
A.M.A.S.
via Kennedy n 7 - Abbasanta (OR)
Tel. 0785 54867


  
Residenza Assistenziale

Indietro                                                    Avanti